Lazzari: il vintage che state cercando è Made in Italy!

Immaginate un mondo un po’ retrò dove le ragazze indossano dei colori pastello anche in pieno inverno, rimangono impeccabili quando dormono nei boschi e ballano come delle matte davanti al loro giradischi. Benvenuti da Lazzari, la marca di vestiti ed accessori made in Italy che piace alle amanti del vintage… e anche alle altre.

Credits: Giulia Tibaldi e Giordano Garosio per Lazzari

Credits: Giulia Tibaldi e Giordano Garosio per Lazzari

Qui troverete l’abitino con stampe che pensavate di trovare solo a Londra, le mary jane più comode della terra, il cappotto colorato che rallegrerà il vostro autunno, la borsetta a forma di machina fotografica e molto, molto altro. Racconta Alice, la deliziosa stilista di Lazzari: “seppur campanilisti per quanto riguarda la produzione, le nostre ispirazioni sono invece molto internazionali. Inutile dire che mi piace il cinema, soprattutto quello americano indipendente”. Confessa di viaggiare appena può, soprattutto a Londra, una città che la stimola tanto. Aggiunge con un sorriso: “e poi da Lazzari ci ascoltiamo un sacco di musica, che non manca mai come sottofondo nei nostri negozi”.

Credits: Giulia Tibaldi e Giordano Garosio per Lazzari

Credits: Giulia Tibaldi e Giordano Garosio per Lazzari

Nei negozi appunto ci vengono mamme e figlie insieme: “è una soddisfazione quando le mamme dopo aver osservato con attenzione le cuciture e gli orli ci fanno i complimenti e spiegano loro stesse alle loro giovani figlie le differenze da un capo realizzato da Lazzari rispetto ad uno “fast-fashion” dice Alice, prima di raccontarci la storia della marca: “dietro Lazzari c’è la mia famiglia: l’azienda è stata fondata da mia mamma Margherita Lazzari e mio papà Araldo Lunardi. Successivamente siamo entrati anche io, che mi occupo dello stile, e mio fratello Nicola, che segue lo shop online”. In realtà inizialmente l’azienda era nata come laboratorio di confezioni per marchi noti e, alle prime avvisaglie di delocalizzazione da parte di molti brand, i genitori di Alice fondarono il marchio Lazzari e iniziarono ad aprire i punti vendita monomarca, che oggi sono cinque, tutti in Veneto.

Credits: Giulia Tibaldi e Giordano Garosio per Lazzari

Credits: Giulia Tibaldi e Giordano Garosio per Lazzari

Fiero di riuscire a creare e produrre in Italia, il team di Lazzari ha girato questo video (che piacerà alle gattare!) per raccontare come da loro nasce un abito. Alice racconta a proposito del gatto del video: “il mio inseparabile e anziano amico che si chiama signor Luigi (sarebbe il gatto nero) ha ri-recitato le scene a comando come un attore consumato. Che poi è tutto vero, il gatto Luigi vive veramente tra le macchine da cucire e i tessuti e predilige dormire su seta e cashmere”.

Da Lazzari le sarte possono confezionare dalla più impalpabile camicetta fino al capospalla più strutturato. “In questo momento credo che da noi si possa trovare un prodotto che è frutto di tanto amore per il nostro mestiere e che sposa più elementi: il vero Made In Italy oppure il fatto che nella scelta dei tessuti talvolta preferiamo rinunciare a parte del nostro margine pur di introdurre materie prime pregiate. Per mantenere un prezzo accessibile rinunciamo a fare costose campagne pubblicitarie che inevitabilmente graverebbero sulla qualità: abbiamo deciso di contare più sulla fedeltà delle nostre clienti, cercando di conquistarne pian piano di nuove”.

Credits: Giulia Tibaldi e Giordano Garosio per Lazzari

Credits: Giulia Tibaldi e Giordano Garosio per Lazzari

Quest’anno, il meraviglioso lookbook di cui vedete qui qualche foto è stato scattato nei boschi e mette in scena un campeggio con arredo originale degli anni ’60. “È stato un insieme di fattori che ha portato a questo tema. La scoperta di una location unica al mondo che mi ha fatto innamorare, il villaggio Eni di Borca di Cadore nei Dolomiti, il ricordo di un film della mia infanzia (The Parent Trap, in italiano Il Cowboy con il velo da sposa, della Disney) e le personalità delle due gemelle protagoniste: una è più maschiaccio e l’altra più femminile, e questo ci ha permesso di mostrare la collezione in tutte le sue sfaccettature”.

Credits: Giulia Tibaldi e Giordano Garosio per Lazzari

Credits: Giulia Tibaldi e Giordano Garosio per Lazzari

Naturalmente non ho resistito a chiedere qualche consiglio di stile ad Alice: “abitiamo fortunatamente in una penisola dove il clima è mite, eppure ci hanno fatto credere che il piumino è elegante: non è vero. Tuttalpiù è pratico. Indossiamolo in montagna, in città mettiamoci un bel cappottino”. Parole sante.

www.lazzarionline.com
Punti vendita
Pagina Facebook

Continua la lettura con i seguenti articoli:

Commenti

comments powered by Disqus

Continuando normalmente la tua navigazione acconsenti ad utilizzare i cookie, sempre in forma anonima.

Informativa sui cookie
Chiudi